Judo Sommacampagna: tributo a Gustavo Salardi

Lo scorso 18 aprile, presso il dojo A.S.D. Judo Sommacampagna (Verona) – dei maestri Doriano Cordioli 6° dan e Dario Vuerich 4° dan – si è svolto il primo “Memorial Gustavo Salardi“, che ha visto la partecipazione attiva di varie società sportive della provincia di Verona.

Questa manifestazione è stata fortemente voluta per ricordare, a più di un anno dalla …

Leggi

Lezioni di vita e di Judo da Akiyama sensei

Gli scorsi 7 e 8 giugno a Santomato, una ridente località nella campagna pistoiese, si è svolto uno stage di ju-no-kata organizzato dal maestro Alessio Oltremari 7° dan (Nihonden Judo® ACSI) e tenuto da Sumiko Akiyama 澄子 秋山 7° dan Kodokan. Sono stati circa 30 i fortunati judoka che hanno avuto il privilegio di poter partecipare ad un simile evento …

Leggi

Ikioi e hazumi, o la questione della natura dell’energia

Quando Jigorō Kanō parla di proiezione utilizza due termini: «ikioi» e «hazumi» (勢) per introdurre una distinzione. Queste due parole, che non sono specifiche del lessico del judo, descrivono entrambe l’energia impiegata per portare a termine un’azione. Comprendere la sfumatura di significato che distingue queste due nozioni può essere una chiave per sfruttare meglio le situazioni del randori di …

Leggi

YouTube non è un dōjō

Fino a qualche anno fa i jūdōka di mezzo mondo durante la pratica si attenevano più o meno scrupolosamente a ciò che veniva loro insegnato dai rispettivi sensei. Poi iniziarono a circolare i primi libri di maestri “famosi”, sia quelli che sono rimasti nella Storia, sia quelli che oggi fanno ridere per la quantità e la qualità delle imprecisioni; però …

Leggi

Due giovani, una stessa passione!

VERONA – Venerdì 3 maggio 2013 presso il Centro Arti Marziali Yawara due giovani appassionati di judo – Filippo Turrini ed Enrico Tommasi – hanno organizzato la seconda edizione della serata di approfondimento culturale dal titolo “Il Judo: Storia, Tradizione e Attualità“. La precedente edizione, svoltasi a Caprino Veronese l’11 maggio 2012, era stata un banco di prova per i due judoka, …

Leggi

EJU Kōdōkan Kata Course: come in Giappone. O quasi…

Anche per il 2013 è stato organizzato l’EJU Kōdōkan Kata Course, iniziativa che ha avuto Roma come location d’eccezione per la sua terza edizione. Tanti i partecipanti provenienti da diverse nazioni che per una settimana hanno avuto la possibilità di studiare i kata attraverso l’insegnamento di una delegazione di maestri provenienti dal Kōdōkan di Tōkyō.

Nello specifico, il corso in …

Leggi

Prima apprendi, poi distaccati, infine trascendi

Prima apprendi, poi distaccati, infine trascendi” è la traduzione più vicina all’italiano della bellissima espressione giapponese shu-ha-ri (守破離). L’immagine che nasce da tale concetto è quella del cerchio che si richiude nell’esatto punto di partenza (l’ensō 円相), idea tanto cara alla tradizione nipponica ed enormemente piena di significati simbolici.

Shu-ha-ri rappresenta idealmente i tre grandi livelli di apprendimento di qualsiasi …

Leggi

L’essenza del judo

Michizuki Minoru racconta come avvenne la conversione del judo in disciplina sportiva.

Il codice del bushido

Il bujutsu implica tecniche utilizzate per attacco e difesa, per l’uccisione o la menomazione dell’avversario. Come è indicato dall’ideogramma “bu“, il bujutsu ha il significato morale di “fermare l’arma”, cioè di “arrestare il combattimento”.

Pertanto, quando si utilizzava la propria capacità marziale, era necessario avere …

Leggi

Akiyama Sumiko-sensei e lo shizen-no-jū-no-kata, ovvero non “come”, ma “perché”

I fratelli Stornaiuolo allo stage di Roma con Domenico Farina e la NihonDen® Judo ACSI per due giorni di serio studio e divertimento

ROMA – Il 3° stage nazionale (27-28 novembre 2010) organizzato dalla CTN NihonDen® Judo ACSI è andato oltre ogni mia aspettativa. Anche se probabilmente il prossimo appuntamento di Genova catalizzerà più riflettori, lo stage di Roma ha avuto il …

Leggi

Toshirō Daigo-jūdan e il koshiki-no-kata dei samurai

450 anni di storia dell’antico bujutsu in uno stage per pochi intimi

PRATO – Delle due koryū di cui Kanō-shihan fu l’erede, la scuola di Kitō rappresenta il legame più forte tra il Kōdōkan Jūdō e il bujutsu dei samurai dell’epoca Tokugawa. Il filo diretto con la storia è vivente ed al tempo stesso già leggenda: Toshirō Daigo 10° dan del Kōdōkan, ad 84 anni è l’ultimo e unico allievo rimasto del maestro Hideichi …

Leggi